Accesso al parco

L’accesso è consentito ai soli soci e associati in regola con il pagamento delle quote sociali.
Si accede al Centro Estivo seguendo il percorso indicato, distanziati di almeno un metro (tranne i conviventi, per i quali il limite non sussiste), obbligatoriamente con la mascherina; i guanti sono consigliati.
Prima di accedere ai tornelli, viene misurata la temperatura corporea:
alle persone con una temperatura uguale o superiore a 37,5°C, l’accesso non è consentito.
Con il passaggio ai tornelli tramite tessera, l’associato maggiorenne certifica – per sé e per i propri famigliari minorenni che eventualmente lo accompagnano – sotto la propria responsabilità:

-          di non essere sottoposto alla misura della quarantena;
-          di non essere risultato positivo al COVID-19;
-          l’assenza di esposizione personale a casi accertati o probabili o sospetti di COVID-19 negli ultimi 14 giorni;
-          di essere a conoscenza delle vigenti misure di contenimento del contagio.

L’associato che è stato affetto da COVID-19 deve presentare in Segreteria la documentazione di guarigione e di autorizzazione a interrompere l’isolamento fiduciario, rilasciata dell’ASST di appartenenza.
Il controllo dell’affollamento ed il rispetto dei limiti previsti sono in capo all’Associazione.
L’elenco degli accessi al centro estivo verrà conservato per almeno 14 giorni.

 

Distanziamento fisico

  1. Area verde

Tra un posto ombrellone e l’altro va rispettata la distanza di almeno cinque metri.
I tavoli e i lettini sono disposti in modo da garantire il distanziamento interpersonale di almeno un metro e mezzo tra persone non appartenenti allo stesso nucleo famigliare o conviventi.

  1. Solarium

I lettini sono posti alternati, rispettando la misura di distanziamento di almeno un metro e mezzo.
Il controllo dell’affollamento ed il rispetto dei limiti previsti sono in capo all’Associazione.
In caso di necessità, è individuata come possibile superficie di utilizzo anche quella dei campi di calcio al lago e di quello regolamentare.

 

Adempimenti per la zona vasche

L’Associazione assicura:

-          l’esecuzione delle analisi di laboratorio per le acque di piscina, nei modi e tempi indicati dalla normativa vigente;

-          il controllo dell’affollamento ed il rispetto dei limiti previsti; sulla base dei valori attuali (7 mq. per persona), i limiti massimi consentiti nelle singole vasche sono i seguenti:
vasca nuoto: 44; idromassaggio: 35; relax: 28; baby: 8; baby-giochi: 6;

gli assistenti ai bagnanti sono incaricati di gestire gli ingressi in acqua e sono autorizzati, di conseguenza, a bloccare l’accesso in caso di superamento dei predetti limiti;

-          il controllo che i valori relativi a cloro attivo libero, cloro combinato e pH siano rispondenti ai parametri di legge.

Per gli associati, l’accesso/uscita al/dal piano vasche avviene attraverso percorsi distinti, nel rispetto del distanziamento interpersonale; l’entrata in acqua presuppone obbligatoriamente l’osservanza delle seguenti disposizioni:
-          doccia saponata prima di entrare in acqua;
-          passaggio nelle vaschette lava-piedi;
-          uso della cuffia;
-          divieto di sputare, soffiarsi il naso, urinare in acqua;
-          far indossare i pannolini contenitivi ai bambini molto piccoli.

 

Misure igienico-sanitarie

 a)   Uso della mascherina.
L’uso della mascherina è obbligatorio all’ingresso, all’interno e all’uscita dal parco, fatte salve le specifiche eccezioni previste dalla normativa in vigore.

b)   Igiene delle mani.
Per consentire un’adeguata igiene delle mani, sono disposti all’interno del centro estivo dei dispensatori di gel o liquido igienizzante o soluzione disinfettante, a disposizione degli associati, in punti strategici o in aree di transito.

A titolo esemplificativo, ne verranno disposti uno o più, all’ingresso; in prossimità di lavandini, docce, spogliatoi, servizi igienici; vicino ai solarium; in modalità fissa a parete o mobile.

c)    Aree comuni (ingresso, spogliatoi, docce, servizi igienici).
Viene eseguita la sanificazione prima della riapertura stagionale e successivamente con cadenza almeno mensile.
Quotidianamente, dopo la chiusura dell’impianto, viene assicurata una regolare pulizia e una disinfezione delle aree comuni.
Nella fase iniziale, gli spogliatoi non sono disponibili: gli indumenti e gli oggetti personali devono essere custoditi dentro le borse; le borse vanno appoggiate a terra; eventuali indumenti/oggetti ritrovati a fine giornata non potranno essere restituiti.
L’accesso alle docce, ai lavandini e ai servizi igienici avviene rispettando il distanziamento fisico tra gli utenti.
Nei servizi igienici, vengono eseguiti interventi suppletivi di pulizia durante la giornata.

d)   Attrezzature (ombrelloni, lettini, sedie, tavoli).
E’ assicurata la disinfezione di tutte le attrezzature a inizio giornata.
Per la pulizia in corso di giornata, sono a disposizione degli utenti specifici prodotti igienizzanti.

 

Sorveglianza dei bambini

Si raccomanda ai genitori/accompagnatori di avere cura di sorvegliare i bambini per il rispetto del distanziamento e delle norme igienico-comportamentali compatibilmente con il loro grado di autonomia e l’età degli stessi.

 

Manifestazioni, eventi, feste. Attività ludico-sportive

Al momento, sono espressamente vietate, in quanto possono dar luogo ad assembramenti.
E’ altresì vietato l’accesso alle aree giochi dei più piccoli.
Sono consentiti il tennis, il beach-tennis ed il tennis tavolo, con l’osservanza della specifica normativa.

 

Chiosco bar e area ristorazione

Per queste aree, sono applicate le norme contenute nei documenti che regolano la ristorazione.

In ogni caso, l’Associazione ha facoltà di intervenire per prevenire o regolare eventuali assembramenti di persone.

 

Uscita dal parco

L’uscita dal parco dei frequentatori avviene seguendo il percorso indicato, mantenendo la prescritta distanza e indossando la mascherina.

 

Procedura in caso di maltempo

In caso di pioggia o maltempo in corso prima dell’orario di apertura, il parco rimane chiuso.
Analogamente, se sono previste per la giornata condizioni meteorologiche avverse, l’Associazione si riserva la piena facoltà di non aprire l’impianto.
In caso di maltempo durante l’orario di apertura, al fine di evitare assembramenti, viene attivata la procedura di sgombero dell’impianto:

-          annuncio per microfono della disposizione di uscita, a cura del personale di Segreteria;
-          deflusso dei bagnanti dalle vasche, a cura degli assistenti bagnanti;
-          apertura delle uscite di sicurezza per favorire il passaggio;
-          verifica del rispetto della distanza interpersonale per gli utenti eventualmente riparati sotto l’area coperta.

In tutti i casi, la riapertura dell’impianto avviene ad insindacabile giudizio dell’Associazione.

 

Norme transitorie

Le predette “linee di indirizzo” sono da intendersi valide pro-tempore e suscettibili di variazione sulla base delle determinazioni prese di volta in volta dalle competenti Autorità o in conseguenza di situazioni, comportamenti, problematiche rilevate all’interno del parco per i quali l’Associazione ritiene necessario intervenire.

Le “linee di indirizzo” integrano e non sostituiscono le disposizioni dei Regolamenti in vigore.

  IL CONSIGLIO DIRETTIVO


 

Le predette “Norme di utilizzo” sono state elaborate sulla base dei seguenti documenti:

-          Documento tecnico sull’analisi di rischio e le misure di contenimento del contagio da SARS-CoV-2 nelle attività ricreative di balneazione e in spiaggia, redatto da I.N.A.I.L. e Istituto Superiore di Sanità.
-          Linee guida per la riapertura delle Attività Economiche e Produttive approvate dalla Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome in data 16.5.2020.
-          Emergenza COVID-19. Misure di sicurezza da adottare negli impianti sportivi dotati di piscina e palestra per la fase 2, a cura della Federazione Italiana Nuoto.